via Campanella, 9 - 70018 - Rutigliano (BA) - Tel./fax 0804761082 - c.f.80022950721 - codice ufficio UFXMOL - Codice meccanografico BAMM18600D - PEC: BAMM18600D@pec.istruzione.it - E- mail: BAMM18600D@istruzione.it - smsmanzoni@libero.it

PNSD

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

 

Al fine di sviluppare e di migliorare le competenze digitali degli alunni e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze, l’Istituto  adotta il Piano nazionale per la scuola digitale che persegue i seguenti obiettivi:

a) realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti;

b) potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione dell’ istituzione scolastica;

c) adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni tra dirigenti, docenti e studenti e tra istituzioni scolastiche ed educative e articolazioni amministrative del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;

d) formazione dei docenti per l’innovazione didattica e sviluppo della cultura digitale per l’insegnamento, l’apprendimento e la formazione delle competenze lavorative, cognitive e sociali degli studenti;

e) formazione del direttore dei servizi generali e amministrativi, degli assistenti amministrativi e degli assistenti tecnici per l’innovazione digitale nell’amministrazione;

f) potenziamento delle infrastrutture di rete, con particolare riferimento alla connettività nella scuola;

g) valorizzazione delle migliori esperienze delle istituzioni scolastiche anche attraverso la promozione di una rete nazionale di centri di ricerca e di formazione;

h) definizione dei criteri e delle finalità per l’adozione di testi didattici in formato digitale e per la produzione e la diffusione di opere e materiali per la didattica, anche prodotti autonomamente dall’ istituto scolastico.

Si tratta di un’opportunità di innovare la scuola, adeguando non solo le strutture e le dotazioni tecnologiche a disposizione degli insegnanti e dell’organizzazione, ma soprattutto le metodologie

didattiche e le strategie usate con gli alunni in classe. Su questo Piano sono previsti investimenti considerevoli nel periodo 2015-2020 che, attingendo a Fondi per la Buona Scuola, PON “Per la Scuola” FESR 2014-2020 e altri fondi MIUR. Un percorso complesso, che va pianificato a partire dal primo Piano Triennale dell’Offerta Formativa e potrà essere attuato con gradualità  negli anni a venire, secondo un’articolazione che preveda la realizzazione di obiettivi a brevissimo termine, medio e lungo termine nel prossimo triennio.

Indichiamo di seguito i passaggi fondamentali:

  • Individuazione dell’ Animatore Digitale(vedi nota MIUR Prot. n° 17791 del 19/11/2015) Si tratta di una figura di sistema che avrà il compito di coordinare e favorire l’attuazione del PNSD, costituendo il nodo di raccordo tra il livello centrale e la scuola. L’animatore non deve necessariamente essere una figura tecnica, ma piuttosto avere capacità di coordinamento, di leadership, di coinvolgimento sarà o affiancato da ulteriori docenti che siano in grado di dare rapide risposte ai bandi emanati dal MIUR per le diverse azioni con la stesura di progetti specificatamente destinate alla realizzazione del PNSD
  • Analisi dei bisogni e delle risorse esistenti.  E’ indispensabile un’attenta ricognizione dell’esistente, per una più efficace utilizzazione delle opportunità che si prospetteranno. Tale analisi deve prendere le mosse da un’attenta lettura del documento descrittivo del PNSD e proseguire con l’individuazione di bisogni concreti e calati nella specifica realtà scolastica:
  1. cablaggio interno di tutta la scuola per un utilizzo più efficace delle dotazioni  digitali;
  2. connessione in banda larga o ultra-larga, sufficientemente veloce per permettere, ad esempio, l’uso di soluzioni cloud per la didattica e l’uso di contenuti di apprendimento multimediali;
  3. Laboratori mobili, dispositivi e strumenti mobili in carrelli e box mobili a   disposizione di tutta la scuola (per varie discipline, esperienze laboratoriali, scientifiche, umanistiche, linguistiche, digitali e non), in grado di trasformare un’aula tradizionale in uno spazio multimediale che può accelerare l’interazione tra persone.
  4. Personale per l’assistenza tecnica al fine di migliorare l’utilizzo delle dotazioni scolastiche.
  • Idea digitale della scuola e costruzione degli obiettivi per il triennio. Occorre superare nella scuola l’idea, purtroppo diffusa, che le “questioni digitali” siano materia per pochi addetti appassionati, ai quali destinare azioni formative per poi coinvolgerli in sperimentazioni di cambiamento. Lo sforzo che si chiede stavolta è finalizzato ad una messa a sistema di nuovi modi di agire e nuove strategie didattiche, facendo in modo che tutte le opportunità in prospettiva possano essere per tutti. Si inizierà quindi con azioni che coinvolgano un singolo corso, classi parallele, un plesso, ma con la prospettiva che nell’arco dei tre anni tutti siano stati coinvolti almeno da una delle azioni di cambiamento verso una scuola che lavori nel digitale. A tale fine risulta vantaggioso individuare gli obiettivi da conseguire per l’attuazione del PNSD secondo le tre aree di competenze:
STRUMENTI
  • Utilizzare i supporti digitali e multimediali durante l’attività in classe, attraverso una disponibilità sempre maggiore di LIM (Lavagne Interattive Multimediali);
  • Associare un profilo digitale (unico) ad ogni persona nella scuola, in coerenza con sistema pubblico integrato per la gestione dell’identità digitale (SPID);
  • Potenziare i servizi digitali scuola-famiglia- studente
  • Utilizzare il registro elettronico come strumento che semplifica e velocizza profondamente i processi interni alla scuola;
  • intensificare l’azione di semplificazione e dematerializzazione amministrativa
COMPETENZE E CONTENUTI
  • Definire una matrice comune di competenze digitali che ogni studente deve sviluppare;
  • Innovare i curricoli scolastici;
  • Incentivare il generale utilizzo di contenuti digitali di qualità, in tutte le loro forme, in attuazione del Decreto ministeriale sui Libri Digitali;
  • Promuovere innovazione, diversità e condivisione di contenuti didattici e opere digitali;
  • Bilanciare qualità e apertura nella produzione di contenuti didattici, nel rispetto degli interessi di scuole, autori e settore privato;
LA FORMAZIONE
  • Rafforzare la preparazione del personale in materia di competenze digitali, raggiungendo tutti gli attori della comunità scolastica
  • Promuovere il legame tra innovazione didattica e tecnologie digitali
  • Sviluppare standard efficaci, sostenibili e continui nel tempo per la formazione all’innovazione didattica
  • Rafforzare la formazione all’innovazione didattica a tutti i livelli (iniziale e in servizio)

News

SEGRETERIA

LINK UTILI

Su questo sito utilizziamo cookie, nostri e di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo elemento o interagendo con il sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookies del sito web www.scuolamanzoni.gov.it Link alla normativa